Condé Nast paga 5,8 milioni di dollari per risolvere la disputa con gli stagisti sottopagati

(ANSA) Conde’ Nast, il colosso dell’editoria a cui fanno capo Vogue e Vanity Fair, pagherà 5,8 milioni di dollari per risolvere la disputa con alcuni stagisti, che l’hanno accusata di essere stati sottopagati. Il patteggiamento riguarda circa 7.500 stagisti che riceveranno fra i 700 e i 1.900 dollari ciascuno. L’azionale legale risale al giugno 2013 ed era stata avviata da due stagisti, che hanno accusato il gruppo di non aver rispettato la normativa sul lavoro. (ANSA, 14 novembre 2014)

Charles H. Townsend, ceo di Condé Nast (foto Businessoffashion.com)

Charles H. Townsend, ceo di Condé Nast (foto Businessoffashion.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti