Press Association punta sui social e chiama l’ex editor in chief di Microsoft Uk

La Press Association ha affidato a Darren Waters, ex editor in chief di Microsoft Uk, il nuovo ruolo di social media editor. E’ la seconda volta in meno di un mese che l’agenzia pesca dalla società di Redmond per riempire un ruolo di primo piano: lo scorso ottobre Pete Clifton, capo di Msn Uk, è stato infatti nominato nuovo editor-in-chief della Pa.

L’agenzia di stampa inglese ha spiegato al Guardian che a Waters, nel nuovo incarico dal 1° dicembre, è stato affidato il compito di “mettere i social media al centro della redazione”.

Per l’amministratore delegato Tony Watson quello di Waters sarà un ruolo fondamentale nella strategia che punta a trasformare la Press Association in una media agency incentrata sul digitale.

In Microsoft, Waters è stato responsabile di tutti i contenuti editoriali del portale Msn Uk e delle Bing apps di Windows tra cui le notizie, lo sport, i viaggi e la finanza. In precedenza è stato responsabile della strategia social.

Come Clifton, che ha trascorso 15 anni alla Bbc, Waters ha trascorso la maggior parte dei suoi 17 anni spesi nel settore dei media lavorando alla Bbc, prevalentemente all’interno di Bbc News Online.

Darren Waters (foto Thomas Hawk/Flickr)

Darren Waters (foto Thomas Hawk/Flickr)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gotv, a marzo investimenti pubblicitari “non significativi” con spazio a campagne sociali. Fcp-AssoGo: pianificazione in ripresa da giugno

Gotv, a marzo investimenti pubblicitari “non significativi” con spazio a campagne sociali. Fcp-AssoGo: pianificazione in ripresa da giugno

Immuni, via al test in tre Regioni. I ministri dell’Ue: «Cerchiamo soluzioni tecnologiche valide anche oltre i confini»

Immuni, via al test in tre Regioni. I ministri dell’Ue: «Cerchiamo soluzioni tecnologiche valide anche oltre i confini»

Internet, a marzo -20,4% per la pubblicità. Fcp-Assointernet: +4,6% per la fruizione da smartphone

Internet, a marzo -20,4% per la pubblicità. Fcp-Assointernet: +4,6% per la fruizione da smartphone