Gruner+Jahr/Mondadori: stato di agitazione permanente

“Facendo seguito all’incontro di giovedì 13 novembre 2014, in cui l’azienda si era impegnata a presentare un documento preliminare per proseguire lo stato di crisi attualmente in essere attraverso lo strumento della solidarietà e senza diminuire la forza lavoro, i giornalisti della Gruner+Jahr/Mondadori devono constatare che alle parole non sono seguiti i fatti”. Lo comunicano in una nota, nella quale rendono noto che “l’amministratore delegato ha comunicato al Cdr che la trattativa sindacale avviata è da considerarsi sospesa e che, al momento, non è in grado di garantire quanto detto nell’incontro precedente a causa della pubblicazione su alcune testate della notizia che il socio tedesco Gruner+Jahr starebbe trattando la vendita della propria quota alla Visibilia di Daniela Santanchè”.

“Al di là della notizia, che non è stata smentita e alla quale i vertici Gruner+Jahr hanno risposto con un ‘no comment’, i giornalisti chiedono ai soci di rispettare gli impegni presi e di riaprire al più presto la trattativa lungo i binari che erano stati prefigurati e che non sono disposti a rimettere in discussione per operazioni societarie di qualsiasi natura”.

Nel frattempo – conclude la nota – finché non otterranno dall’azienda e dai soci una risposta chiara e garanzie sul mantenimento della forza lavoro, già ampiamente colpita, i giornalisti si dichiarano in stato di agitazione permanente.

Roberto De Melgazzi, amministratore delegato di Gruner+Jahr/Mondadori

Roberto De Melgazzi, amministratore delegato di Gruner+Jahr/Mondadori

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sanremo, la lunga maratona senza effetti sorpresa, il senso di deja vu e solo metà del tempo dedicata alla gara

Sanremo, la lunga maratona senza effetti sorpresa, il senso di deja vu e solo metà del tempo dedicata alla gara

Sanremo chiude in crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

Sanremo chiude in crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

<strong> 6 marzo </strong> Sanremo chiude crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve

6 marzo Sanremo chiude crescendo (53,5%). Vincono i Maneskin, picco con Ermal Meta. Ok Salemme e Juve