Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati: l’uso del web prevede diritti e doveri

(AGI)  “Dobbiamo capire che in rete abbiamo diritti, ma anche doveri, compreso il rispetto dell’altro. E ricordarlo non vuol dire affatto ‘imbavagliare’ la rete. Al contrario, vuol dire difenderla dagli abusi, dagli usi impropri che qualcuno vuole farne”.

Cosi’ la presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, nel messaggio di salute inviato alla Societa’ italiana di pediatria e alla Polizia di Stato che oggi, in vista della Giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza (che si celebrera’ domani) hanno organizzato un incontro con gli alunni di alcune scuole romane suo tema della navigazione sicura suo web e del cyberbullismo, intitolato “Bambini sicuri, dalla strada alla rete” in corso al teatro Brancaccio. ”

La rete ha uno straordinario potenziale di emancipazione, di crescita culturale, di conoscenza. I social media – ha proseguito Boldrini – hanno un immenso valore relazionale, rappresenta ro un grande spazio di libera comunicazione, di confronto e di dialogo senza filtri. Proprio per questo, si deve evitare che si trasformino in uno spazio dove le informazioni sulle persone diventano, senza alcun consenso preventivo, proprieta’ di chi e’ interessato esclusivamente ai profitti o dove la dignita’ dei singoli viene lesa da minacce e da atteggiamenti discriminatori, dal cyberbullismo”. Per ottenere tale scopo, ha aggiunto la presidente della Camera, “si posso scegliere diverse vie. Ad esempio mettendo in campo, come fatto dalla Sip e dalla Polizia di Stato, un’azione di coinvolgimento delle scuole, delle famiglie, dei pediatri e della Polizia. E a questa esigenza – ha concluso – le Istituzioni non possono sottrarsi”. (AGI 19 novembre 2014)

Laura Boldrini

Laura Boldrini

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023