Luigi Cuciniello nuovo presidente dell’Associazione esercenti cinema

Luigi Cuciniello è il nuovo presidente dell’Anec, associazione nazionale esercenti cinema, per il periodo 2014-2017, ruolo nel quale subentra a Lionello Cerri che ha guidato l’Associazione dal 2011.

Nato a Genova nel 1962, Cuciniello programma e gestisce da vent’anni un circuito di sale cinematografiche nel capoluogo ligure. Dal 2001 è direttore organizzativo della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e del Settore Cinema della Biennale di Venezia di cui, dal 2012, dirige anche il Settore Danza Musica Teatro. Dal 2003 al 2005 è stato presidente dell’Agis Liguria e dal 2013 è presidente dell’Anec Liguria.

Luigi Cuciniello

Luigi Cuciniello

Insieme a Cuciniello, eletto dal Congresso Nazionale dell’Anec, riunitosi oggi a Roma all’Agis, sono stati eletti vicepresidenti Giorgio Ferrero, vicario, Giulio Dilonardo, Gian Antonio Furlan, Luigi Grispello, Giovanni Giometti per il Gruppo Multicinema e Antonio Sancassani per il Piccolo Esercizio. Tesoriere è Piera Bernaschi.

Nel suo intervento Cuciniello ha insistito sull’esigenza di un strategia complessiva che sottolinei l’importanza della sala cinematografica sia per l’industria audiovisiva che per la cultura e l’economia del paese. Tra gli obiettivi della nuova presidenza: rafforzare l’azione e la rappresentatività dell’Associazione nei confronti delle istituzioni, a livello centrale e locale; riequilibrare i rapporti con i comparti della distribuzione e della produzione, per una maggiore attenzione alla sala cinematografica; rilanciare l’immagine del consumo di cinema in sala, in particolare nei confronti dei giovani e giovanissimi, anche attraverso incentivi e campagne promozionali.

Per quanto riguarda i rapporti con le Istituzioni, per Cuciniello bisogna puntare ad intraprendere un’azione che riposizioni la fruizione del cinema in sala come momento centrale nella vita sociale e culturale delle città e del paese, e volta ad ottenere il reintegro di quei finanziamenti per le strutture e per la programmazione che negli anni sono stati ridotti o cancellati, diminuendo il peso di imposte e tasse attraverso agevolazioni fiscali e snellendo gli eccessivi vincoli burocratici.

Sul fronte dei rapporti con gli altri comparti del settore, per il presidente dell’Anec occorre lavorare – in coordinamento con le altre associazioni dell’esercizio, Anem, Fice e Acec – a trovare soluzioni condivise su alcuni punti chiave come: un calendario di uscite razionale durante tutto l’arco dell’anno; la garanzia reale di accesso a tutto il prodotto; la possibilità effettiva di praticare nelle sale la multiprogrammazione con film diversi proposti nelle diverse fasce orarie; costante lotta alla pirateria e appoggio all’applicazione del regolamento Agcom; la realizzazione di forti campagne promozionali a sostegno del cinema in sala.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Alessandro Gilioli in pole position per la direzione di Radio Popolare

Alessandro Gilioli in pole position per la direzione di Radio Popolare

Anso, Fisc e Fnsi firmano accordo nazionale per testate locali online e periodici cattolici. Giovannelli: giornata storica

Anso, Fisc e Fnsi firmano accordo nazionale per testate locali online e periodici cattolici. Giovannelli: giornata storica

Audiweb 3.0, avanti adagio verso la nuova rilevazione e la possibile fusione con Audipress

Audiweb 3.0, avanti adagio verso la nuova rilevazione e la possibile fusione con Audipress