Interni, il magazine edito da Mondadori sarà presente anche in Cina

(MF-DJ) A partire da febbraio 2015, il magazine Interni edito da Mondadori sarà presente anche in Cina, in seguito all’accordo di licensing che l’azienda di Segrate ha siglato con China International Publishing Group (Cipg).

La nuova pubblicazione, si legge in una nota, porterà a tre il numero delle edizioni internazionali della testata, già presente in Russia e Thailandia.

Con Interni, diretto in Italia da Gilda Bojardi, Cipg arricchirà il proprio portfolio con un magazine che da 60 anni si rivolge ad amati e professionisti del settore: una guida alle novità e alle tendenze più innovative della cultura dell’abitare, portavoce della creatività e della produzionemade in Italy e internazionale.

“Con questo nuovo lancio Interni entra in uno dei mercati più significativi per lo sviluppo e l’affermazione del made in Italy, un paese ricco di opportunità per la creatività e il design”, ha dichiarato Zeno Pellizzari, d.g. di Mondadori International Business. “Siamo particolarmente orgogliosi che una delle società editoriali più importanti in Cina abbia riconosciuto e apprezzato il valore del nostro magazine, che siamo certi diventerà presto un punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo settore del Paese”, ha concluso il manager.(MF-DJ 19 novembre 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Apple mette sul piatto 6 miliardi di dollari per la produzione di contenuti video originali

Apple mette sul piatto 6 miliardi di dollari per la produzione di contenuti video originali

Twitter e Facebook contro le fake news sulle proteste a Hong Kong. Allarme interferenze cinesi

Twitter e Facebook contro le fake news sulle proteste a Hong Kong. Allarme interferenze cinesi

Nel 2019 spese ogni giorno quasi 3 ore per informarsi sul web. Zenith: in 10 anni dimezzato il tempo usato per leggere quotidiani stampati

Nel 2019 spese ogni giorno quasi 3 ore per informarsi sul web. Zenith: in 10 anni dimezzato il tempo usato per leggere quotidiani stampati