Antonello Giacomelli, sottosegretario allo sviluppo economico: vorremmo riportare l’Italia nella legalita’ internazionale e chiudere gli accordi sottobanco

(AGI)  “Vorremmo aumentare le risorse per gli indennizzi, ma il problema vero e’ favorire ogni iniziativa che consenta alle tv locali di liberare volontariamente le frequenze, per esempio incentivando la nascita di societa’ consortili”. Lo ha detto il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli, in un’intervista che uscira’ sul prossimo numero di CorCom-Corriere delle Comunicazioni. A questo proposito – ha ricordato Giacomelli – e’ stato aperto online, sul sito del ministero, “una consultazione sulle nuove misure”. Ma il punto di partenza “e’ che sullo spettro vorremmo riportare l’Italia nella legalita’ internazionale e chiudere la lunga stagione delle lettere riservate e degli accordi sottobanco”. Perche’ la gestione dello spettro radio finora adottata, prosegue il sottosegretario “mette a rischio prima di tutto le tv locali oltreche’ minare la credibilita’ del paese. Noi stiamo provando ad aprire un’altra fase”. (AGI 19 novembre 2014)

Antonello Giacomelli

Antonello Giacomelli

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi