Marco Fossati, presidente di Findim: per il dossier Oi dico no a una delega in bianco

(MF-DJ) “Per il dossier Oi dico no a una delega in bianco”. Lo afferma in un’intervista al Sole 24 Ore Marco Fossati, presidente di Findim che è azionista al 5% di Telecom I., alla vigilia del consiglio convocato per discutere della possibilità di un’integrazione con Oi. “Io ho detto e lo ribadisco che un’eventuale operazione con Oi avrebbe forte senso industriale”, ma “non va fatta a debito”.

“Condivido che Tim Brasil debba vagliare tutte le opzioni di crescita in Brasile. Ma siamo in presenza di una situazione in cui uno dei nostri concorrenti è una condizione di crisi societaria e finanziaria. E quindi mi chiedo se non convenga attendere, anche perche’ Tim ha rilevato le licenze per l’Lte e deve sviluppare i servizi 4G, mentre Oi ha rinunciato a partecipare all’asta. La domanda è: meglio comprarsi le quote o guadagnarsele?”.

“Dico no a un’operazione a debito perchè il Brasile è entrato nel ciclo delicato dove sta aumentando l’inflazione e in prospettiva aumenteranno anche i tassi. Se Oi non avesse debito, il contenzioso con le autorità e problemi con i soci, sarebbe un’altra cosa, ma in queste condizioni Oi deve tagliare i costi e non puo’ investire. È inopportuno per Telecom accelerare, poi è chiaro che è Tim il partner più interessante per Oi perchè da un’integrazione uscirebbero le maggiori sinergie”, ha concluso.( MF-DJ 20 novembre 2014)

Marco Fossati

Marco Fossati

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci