I 7 maggiori gruppi editoriali italiani perdono il 27,7% dei ricavi in 5 anni. Ecco il report Mediobanca (DOCUMENTO)

Nel quinquennio 2009-2013 i ricavi aggregati dei sette maggiori gruppi editoriali italiani (Rcs, Espresso, Mondadori, Monrif, Caltagirone, La Stampa, Il Sole 24 Ore) hanno segnato una flessione del 27,7%, ovvero dai 5,8 miliardi del 2009 ai 4,2 miliardi del 2013. In dettaglio le riduzioni hanno riguardato la raccolta pubblicitaria (-31,3%), la diffusione (-29%) e i ricavi accessori (-16,7%). A dirlo è il report 2014 di Mediobanca.

Il regresso più consistente ha colpito Rcs (-40,4%), su cui ha pesato anche la cessione del gruppo francese Flammarion nel settembre 2012 (oltre 200 milioni di euro il suo giro d’affari); gli altri Gruppi hanno perduto quote di fatturato che oscillano tra il 29% di Caltagirone ed il 17% della Mondadori che ha segnato il calo più contenuto. Il fatturato del 2013 di Mondadori si è attestato a 1276 milioni, su livelli ormai prossimi a quelli di Rcs (1315 milioni) che resta con piccolo margine il maggiore gruppo editoriale italiano. Si ricorda che Mondadori è l’unico dei sette gruppi esaminati focalizzato esclusivamente sui periodici (non edita quotidiani), settore ove si colloca al primo posto in Italia con una quota di mercato a copie del 38% nel 2013 (34% nel 2009).

Clicca qui per scaricare il report integrale di Mediobanca (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Influencer, Instagram preferita per le operazioni di marketing; crescono le segnalazioni di contenuti sponsorizzati. Studio Buzzoole sulla trasparenza

Influencer, Instagram preferita per le operazioni di marketing; crescono le segnalazioni di contenuti sponsorizzati. Studio Buzzoole sulla trasparenza

La classifica internazionale dei brand auto più attivi sui social e dei post più condivisi a febbraio. Tre tedesche sul podio

La classifica internazionale dei brand auto più attivi sui social e dei post più condivisi a febbraio. Tre tedesche sul podio

La pubblicità a gennaio cala dello 0,5%. Senza search, social, ott e classified -4,1%. Dati Nielsen

La pubblicità a gennaio cala dello 0,5%. Senza search, social, ott e classified -4,1%. Dati Nielsen