Condannata per violazione dei diritti dei grandi broadcaster, la streaming tv Aero va in bancarotta

(askanews) Aereo, una piccola startup che permetteva di vedere programmi live in streaming grazie a microscopiche antenne fornite ai suoi utenti, ha presentato la richiesta di bancarotta. L’annuncio arriva a cinque mesi dalla decisione della Corte suprema che di fatto aveva dato ragione ai colossi dell’intrattenimento: per i giudici (6 a favore e 3 contrari) Aereo aveva violato il copyright di gruppi come Disney, Comcast, Nbc, Cbs e 21st Century Fox che avevano fatto causa alla startup nat nel 2012 a New York, sostenendo che avesse trasmesso i loro contenuti senza pagare i diritti d’autore.

La startup infatti permetteva agli abbonati (al costo di 8-12 dollari al mese) di ricevere i programmi delle emittenti in chiaro americane e convertire il segnale in uno streaming online, in modo che fosse possibile vederli su ogni dispositivo connesso a internet. Oltre a questo, Aereo permettere di registrare le trasmissioni, conservarle in una database e rivederle in un altro momento.

La decisione aveva in ginocchio il gruppo e aveva portato alla sospensione del servizio tre giorni dopo la decisione dei giudici. Aereo era presente in 11 città americane (aveva in programma di arrivare in altre 17) e attraverso i suoi ripetitori (della grandezza di una moneta) forniva contenuti ai suoi utenti: sperava di conquistare questo mercato ancora senza norme. Chet Kanojia, l’amministratore delegato del gruppo, ha detto che la decisione della Corte suprema è stata “troppo difficile da sostenere” per la startup. Il caso intanto è ritornato in appello e il gruppo ha passato gli ultimi mesi a trovare una soluzione attraverso la quale continuare a trasmettere i programmi. Aereo ha anche fatto sapere che la richiesta di bancarotta gli consentirà di “massimizzare il valore del suo business e dei suoi asset” senza dover sostenere i costi del processo.

Il colossi dell’intrattenimento hanno sin dall’inizio sostenuto che Aereo avesse messo a punto una soluzione tecnologica per rubare le loro trasmissioni. Il gruppo invece ha sempre sostenuto di proporre una soluzione digitale per vedere i programmi gratuiti trasmessi tradizionalmente via cavo o via satellite.
Disney e gli altri gruppi temevano che una vittoria di Aereo potesse ridurre i guadagni miliardari che ricevevano dai canali via cavi e satellite in tariffe per la ritrasmissione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Instagram rimuove la funzione ‘Recenti’ per contrastare le fake news

Usa 2020, Instagram rimuove la funzione ‘Recenti’ per contrastare le fake news

Tgr Liguria si trasferisce nei teatri per sottolinearne la grave situazione. Si inizia con l’Ariston di Sanremo

Tgr Liguria si trasferisce nei teatri per sottolinearne la grave situazione. Si inizia con l’Ariston di Sanremo

La nuova regola della Bbc ai dipendenti: no a opinioni personali o politiche sui social network

La nuova regola della Bbc ai dipendenti: no a opinioni personali o politiche sui social network