Pirateria online: 1300 pubblicazioni illecite rimosse dal web su ricorso della Fieg all’Agcom

Con la rimozione di oltre 1300 pubblicazioni quotidiane e periodiche da parte del gestore della piattaforma su cui venivano quotidianamente caricate in violazione della disciplina sul diritto d’autore, è stato raggiunto un altro importante traguardo nella lotta alla pirateria online. Lo rende noto la Federazione italiana editori giornali.

Maurizio Costa, presidente Fieg

Maurizio Costa, presidente Fieg

“A seguito dell’attivazione da parte della Fieg della procedura online prevista dal Regolamento Agcom in materia di tutela del diritto d’autore online, il gestore della piattaforma Issuu Inc. ha provveduto ad eliminare dal proprio sito l’opera editoriale oggetto dell’istanza e a rimuovere oltre 1300 pubblicazioni quotidiane e periodiche, pubblicate in violazione del diritto d’autore”, si legge in una nota.

Si tratta del primo caso in cui la Fieg ha chiesto l’applicazione del Regolamento Agcom su indicazione di aziende associate: “il risultato”, conclude la nota, “ottenuto in meno di trenta giorni grazie alla brevità della procedura, rafforza la determinazione degli editori italiani nel contrastare ogni violazione del diritto d’autore e nel promuovere l’offerta legale di opere editoriali”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Hong Kong, Apple Daily al capolinea. Domani l’ultima edizione del tabloid pro-democrazia. Ue: Pechino soffoca la libertà di stampa

Hong Kong, Apple Daily al capolinea. Domani l’ultima edizione del tabloid pro-democrazia. Ue: Pechino soffoca la libertà di stampa

Venerdì a Roma via al Festival della comunicazione sportiva: tra gli ospiti Valentina Vezzali e Manuela Di Centa

Venerdì a Roma via al Festival della comunicazione sportiva: tra gli ospiti Valentina Vezzali e Manuela Di Centa

Stemma arcobaleno per Juve e Barcellona dopo il no Uefa a un’Allianz colorata #DifferencesMakeTheDifference

Stemma arcobaleno per Juve e Barcellona dopo il no Uefa a un’Allianz colorata #DifferencesMakeTheDifference