Giornalismo&Ecologia: premiato Stefano Carnazzi di LifeGate

Un impegno quotidiano per informare il pubblico su temi ambientali, sociali e legati alla sostenibilità quello di Stefano Carnazzi, direttore responsabile testate giornalistiche di LifeGate, riconosciuto con il conferimento di una menzione speciale per la categoria “radio” per il premio giornalisti per la sostenibilità.   La premiazione è avvenuta ieri, martedì 25 novembre a Roma, nell’ambito del Sif Sustainability International Forum, da anni momento privilegiato di dialogo e confronto fra aziende, istituzioni, mondo accademico, associazioni, studenti e cittadini sui temi della sostenibilità.

Come riporta il comunicato, nella motivazione che ha portato al conferimento del premio si legge: “Con LifeGate, Stefano Carnazzi è stato un riferimento prezioso sin da quando in Radio l’Ambiente non esisteva. Fondamentale come divulgatore sui temi della sostenibilità, la giuria ha particolarmente apprezzato la continuità dell’impegno professionale su questi temi, sostenuto da uno stile comunicativo efficace e innovativo”.

“Sono particolarmente orgoglioso di aver ricevuto questo riconoscimento- dichiara Stefano Carnazzi -con i mezzi comunicativi del network LifeGate, punto di riferimento per la sostenibilità in Italia, parliamo di temi non sempre facilissimi su cui è necessario però, proprio per questo, arrivare ai lettori/ascoltatori nel modo più chiaro possibile, coinvolgendoli e appassionandoli. Quindi, da dodici anni, trainati dalla famiglia Roveda, Marco, Simona e il giovane ad Enea, ci scervelliamo su come dare queste notizie, cercando di raggiungere un pubblico sempre più vasto. Le abbiamo arrotondate, accorciate e ne abbiamo abbassato la soglia d’accesso. Abbiamo sperimentato gr dedicati alla sostenibilità, format innovativi e trasmissioni itineranti, con una sempre maggiore integrazione con il digitale, il web e ora i social media”.

Il premio giornalisti per la sostenibilità è un riconoscimento simbolico dedicato a quei giornalisti che si sono particolarmente distinti per l’impegno in favore della divulgazione, anche scientifica, di tematiche ambientali e sociali. Il Premio è inoltre un’occasione per raccontare, attraverso le best practices di imprese, istituzioni, associazioni e singoli cittadini, quanto di buono accade: oltre la denuncia, quindi, storie da cui prendere esempio.

L’evento ha visto anche la presentazione del primo Rapporto dell’osservatorio eco media, nato per promuovere e svolgere attività di
studio, analisi e monitoraggio dell’informazione ambientale, soprattutto tra i grandi media italiani, e incentivare una filiera produttiva
green di settore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio, Sole 24 Ore lancia due podcast per raccontare l’impatto del Coronavirus su economia e affetti

Radio, Sole 24 Ore lancia due podcast per raccontare l’impatto del Coronavirus su economia e affetti

Citynews vara sei brand channel dedicato al mondo pets con Arcaplanet

Citynews vara sei brand channel dedicato al mondo pets con Arcaplanet

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’