- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Un anno di festeggiamenti per i 130 anni del Resto del Carlino

(ANSA) Sono numerose le iniziative in programma per festeggiare i 130 anni di uno dei simboli della città di Bologna, Il Resto del Carlino, per coinvolgere e incontrare cittadini e lettori, per presentare le nuove frontiere della comunicazione. Le celebrazioni del quotidiano, la cui prima copia uscì sabato 21 marzo 1885, inizieranno da gennaio 2015. Il Carlino “è qualcosa di più di un giornale – ha detto il direttore di Qn Il Resto del Carlino, Andrea Cangini – è un’istituzione che accompagna da 130 anni il lettore. Il Carlino è considerato un sostegno e un punto di riferimento per tutti: è la costante di questi anni”. Il compleanno del Carlino cadrà in marzo, “ma già da gennaio ci saranno le occasioni per condividere idee – ha aggiunto Cangini – Le radici sul territorio sono la nostra forza. Non sarà la festa del Resto del Carlino, ma della libertà e dell’espressione e, tutto sommato, di ciascuno di noi”. Tra i numerosi appuntamenti del quotidiano – su cui hanno scritto da Carducci a D’Annunzio, da Croce a Einaudi, da Pascoli a Parisi, da Prezzolini a Spadolini – è previsto il Premio Marco Biagi per la solidarietà sociale, il Premio Mascagni per le imprese che crescono, premi fotografici, letterari, tavole rotonde, iniziative per le scuole e numerosi altri incontri. Un messaggio di auguri è arrivato anche dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: “Desidero esprimervi un augurio per il traguardo che vi preparate a celebrare e che sottolinea la vitalità e il radicamento della testata sul territorio. La capacità di essere una voce critica ha caratterizzato il più antico quotidiano bolognese, contribuendo, nei decenni di vita repubblicana, a diffondere i principi di libertà e di pluralismo dell’informazione che sono sanciti dalla nostra carta costituzionale”. (ANSA, 26 novembre 2014)

Andrea Cangini [1]

Andrea Cangini