Al via le Rep@conference di Repubblica@scuola

Al via le Rep@conference, una nuova iniziativa di Repubblica@scuola, il progetto didattico completamente gratuito di Repubblica.it che conta ad oggi circa 300mila studenti iscritti. Ogni mese un personaggio noto nel mondo della cultura o dello spettacolo entrerà in una classe e terrà una lezione che potrà essere seguita in diretta streaming su repubblica@scuola in una sorta di grande classe virtuale. Una volta finita la diretta, i video delle lezioni rimarranno fruibili sempre su repubblica@scuola.

Piergiorgio Odifreddi (foto Olycom)

Piergiorgio Odifreddi (foto Olycom)

Il primo appuntamento è venerdì 28 novembre alle 11 con il matematico Piergiorgio Odifreddi, che dalla classe di un liceo scientifico di Torino guiderà gli studenti in un affascinante viaggio alla scoperta del significato dei numeri.
I prossimi appuntamenti saranno il 2 dicembre con Melania Mazzucco e il 10 dicembre con Andrea Camilleri, che entreranno in una classe di due differenti licei italiani per guidare i ragazzi in altrettanti affascinanti viaggi nel mondo del sapere.
Successivamente, dopo la pausa Natalizia, le Rep@conference torneranno a gennaio con il premio Nobel Dario Fo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%