Renzo Piano presenta in Senato il suo magazine Periferie. Primo numero dedicato al Rapporto del gruppo di lavoro G124

“La bellezza naturale del nostro Paese non è merito nostro. Ciò che può essere merito nostro è migliorare le periferie, che sono la parte fragile della città e che possono diventare belle”. Sono le parole di Renzo Piano scritte sulla copertina del primo numero di Periferie, la rivista nata da un’idea dell’architetto e senatore a vita. A presentarla oggi pomeriggio a Roma a Palazzo Giustiniani è stato lo stesso Piano alla presenza, tra gli altri, del presidente del Senato Pietro Grasso.

La presentazione di Periferie

La presentazione di Periferie

Diretto da Carlo Piano e Walter Mariotti, su progetto grafico di Luca Ballarini e fotografia di Claudio Morelli, Periferie è ideato dal workshop Rane di Milano. Viene pubblicato con cadenza quadrimestrale e intende occuparsi, attraverso l’attività del gruppo di lavoro G124 (il nome deriva dal numero della stanza dove si trova l’ufficio da senatore a vita di Piano, a Palazzo Giustiniani), di tutte le tematiche architettoniche, sociali, economiche e culturali che riguardano la città del futuro. Periferie, dunque, come prospettiva e metafora, lente di osservazione e chiave d’interpretazione della trasformazione della società italiana e internazionale.

Il primo numero della rivista è dedicato proprio al Rapporto annuale del G124, che nell’ultimo anno ha studiato tre interventi di riqualificazione nelle città di Torino, Roma e Catania. Tre ampi capitoli sono infatti dedicati agli interventi di rammendo realizzati in queste città, dove i sei giovani architetti hanno lavorato a stretto contatto con le associazioni locali, le parrocchie, le scuole e gli abitanti che desiderano riappropriarsi dei loro quartieri.

L’introduzione di Periferie è stata scritta dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che spiega perché, tornando alle origini della Costituzione, ha scelto di nominare senatore a vita Piano. Il presidente del Senato Pietro Grasso, invece, racconta della sua visita nella bottega del G124, che gli ha ricordato quelle dei maestri rinascimentali.

Il magazine è consultabile da oggi anche su renzopianog124.com.

La copertina del primo numero di Periferie

La copertina del primo numero di Periferie

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Open Fiber, Starace: ha spinto il digitale nel Paese, bene sfoci in rete unica. Enel monetizzerà se in linea con suo interesse

Open Fiber, Starace: ha spinto il digitale nel Paese, bene sfoci in rete unica. Enel monetizzerà se in linea con suo interesse

 Universal Media Corporation si presenta in Italia con nuovi studi e grandi obiettivi: creare un polo di produzione cinetv e acquisire canali dtt

 Universal Media Corporation si presenta in Italia con nuovi studi e grandi obiettivi: creare un polo di produzione cinetv e acquisire canali dtt

Conte ospite dalla Gruber salva l’ad Rai Salini. Picco di ascolti per l’endorsement

Conte ospite dalla Gruber salva l’ad Rai Salini. Picco di ascolti per l’endorsement