Reed Hastings, ceo di Netflix: tra 16 anni i canali televisivi non esiteranno più. Sono come i cavalli quando è arrivata l’automobile

(Giornalettismo) Secondo un nuovo studio condotto dalla società di consulenza e marketing Centris Marketing Science, la serie di Netflix “Orange is the new black” nel corso del terzo semestre ha registrato un notevole aumento di audience. Secondo lo studio infatti, il 72% degli abbonati negli Stati Uniti ha detto di stare guardando almeno qualcuno dei prodotti originali di Netflix, riporta Uproxx. Lo studio non indica quanti o quali contenuti gli abbonati guardino, ma quello che emerge è che il 57% di loro sostengano che il motivo per cui si sono abbonati a Netflix siano i suoi programmi originali.

IL PARAGONE – Galvanizzato da questa notizia, il ceo di Netflix Reed Hastings ha predetto la morte dei canali televisivi tradizionali, paragonandone l’utilità a quella del cavallo quando è stata inventata l’automobile: «sono un po’ come il cavallo, si sa, il cavallo andava bene finché non è arrivata l’automobile», ha detto, aggiungendo che «i canali televisivi probabilmente dureranno fino al 2030».

http://www.giornalettismo.com/archives/1677397/ceo-netflix-16-anni-televisione/

Reed Hastings, ceo di Netflix (foto Fansided)

Reed Hastings, ceo di Netflix (foto Fansided)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

Super! è tutto di Viacom Italia. Il gruppo guidato da Castellari acquista il 50% in mano a De Agostini

Super! è tutto di Viacom Italia. Il gruppo guidato da Castellari acquista il 50% in mano a De Agostini