Paolo Panerai, ad di Class Editor: fino a quando non verrà sviluppata la banda larga lo sviluppo digitale in Italia rimarrà indietro

(MF-DJ) Lo sviluppo del commercio digitale in Italia “rimarrà indietro rispetto a quanto accade nel resto del mondo fino a quando non verrà sviluppata la banda larga”. Lo ha affermato l’a.d. di Class E. (che assieme a DowJones & co. controlla quest’agenzia), Paolo Panerai, all’avvio dei lavori del convegno ‘Dall’e-commerce all’e-business’, in corso a Milano.

Panerai ha ricordato come lo sviluppo dell’infrastruttura di rete sia nelle mani di Telecom I., che “sta ora vivendo un momento di stabilizzazione finanziaria e che grazie alla notizia di questa mattina”, vale a dire che Oi avrebbe accettato di discutere un’operazione di integrazione sul mercato brasiliano con Tim Brasil, lasciando a quest’ultima il 51% della possibile jv, “può consentirle di ricavarne maggior respiro” finanziario “per investire nella banda larga italiana”. (MF-DJ 16 dicembre 2014)

Paolo Panerai

Paolo Panerai

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer