Il pluralismo sociale in tv a novembre: le tabelle Agcom (DOCUMENTO)

L’Agcom ha pubblicato i dati sul pluralismo sociale in televisione nel periodo 1-30 novembre 2014, che analizzano la rappresentazione che i media offrono delle diverse articolazioni sociali e culturali presenti nella società.

Il monitoraggio ha coinvolto telegiornali e programmi extra-tg di Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, Rai News, Retequattro, Canale 5, Italia Uno, Tgcom 24, La 7, La7d, MTV Italia, SkytgTg24, Cielo, LaEffe, Deejay Tv.

Per rilevare la presenza nei tg dei soggetti sociali vengono computati il tempo di notizia (dedicato dal giornalista all’illustrazione dell’evento), il tempo di parola (in cui il soggetto parla direttamente) e quello di antenna (somma dei primi due), mentre per i programmi extra-tg si considera solo il tempo di parola.

Clicca qui per scaricare il file con tutte le tabelle (.pdf)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery