La generazione degli anni Ottanta risponde a Severgnini: “Questa è la nostra guerra? Ok, ma ora dateci spazio”

“La nostra grande prova non sarà questa guerra, sarà ritagliarci un posto vero, da adulti, in questa società di eterni ragazzini, sarà farvi smettere di chiamarci ‘giovani’, sarà guadagnarci da vivere in questa giungla, in questa società che, per la prima volta nella storia, è in mano a una generazione che si è creduta eterna