Falsa partenza di Radio Rai. ‘La Stampa’: brutta figura del servizio pubblico per la diretta dell’evento clou del Mondiale di atletica

La Stampa 24/08/2015 – Va bene la spending review e vanno bene pure gli orari cinesi che tradotti in italiano cozzano con l’audience. Però, ieri alle 15,15 a Radio Rai bastava davvero poco per evitare una brutta figura.

 

Bolt

Bolt

A Pechino partiva la finale dei 100, l’evento clou del Mondiale di atletica, uno dei momenti più attesi del 2015 sportivo. Per i motivi di cui sopra, il servizio pubblico non ha un inviato sul posto e chi aveva la radiolina accesa ha saputo dell’ennesimo oro di Bolt soltanto a cosa fatta, con un flash da Saxa Rubra sparato in mezzo al «pomeriggio sportivo» tra fasi morte del Gp di F1. Troppo poco. In emergenza, bastava piazzare qualcuno davanti alla tv, a raccontare in diretta le emozioni di quei 9″79. Bastava fare quel che ha fatto la concorrenza privata, mezzo giro di manopola più in là.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rinnovati gli organi istituzionali dell’Acri piemontese, associazione delle 11 fondazioni di origine bancaria. Quaglia confermato presidente

Rinnovati gli organi istituzionali dell’Acri piemontese, associazione delle 11 fondazioni di origine bancaria. Quaglia confermato presidente

Un videogame insegnerà agli anziani a riconoscere le fake news. Il progetto Ue coinvolgerà Italia, Grecia, Polonia e Slovenia

Un videogame insegnerà agli anziani a riconoscere le fake news. Il progetto Ue coinvolgerà Italia, Grecia, Polonia e Slovenia

Facciamo le vacanze nel Paese più bello del mondo: via allo spot di Mediaset e ministero del Turismo con testimonial famosi

Facciamo le vacanze nel Paese più bello del mondo: via allo spot di Mediaset e ministero del Turismo con testimonial famosi