Via libera alla fusione tra Yoox e Net-à-Porter. Dopo l’addio a sorpresa di Natalie Massenet sarà Federico Marchetti a guidare il gruppo

Via libera dall’Antitrust britannico alla maxi-fusione da 1,3 miliardi di euro tra i due operatori della moda online, l’italiana Yoox e Net-à-Porter del gruppo Richemont, che dovrebbe concludersi entro ottobre 2015. La Competition and Markets Authority (Cma) il 2 settembre infatti ha reso noto di non voler procedere con ulteriori approfondimenti nell’ambito della procedura avviata lo scorso luglio.

Il nuovo gruppo sarà guidato da Federico Marchetti, dopo che a sorpresa ieri, Natalie Massenet, fondatrice di Net-à-Porter e destinata a ricoprire il ruolo di ceo, ha annunciato, come seganalato da diversi siti internazionali tra i quali Bloomberg, le sue dimissioni per “esplorare nuove idee e opportunità”.
Intanto oggi a Piazza affari Yoox segna un rialzo oltre il 6%.

Natalie Massenet (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai Com e Titanus  insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Rai Com e Titanus insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden