Metroweb: l’accordo con Wind-Vodafone sulla banda ultralarga sarà operativo entro fine anno

Secondo Alberto Trondoli, ad di Metroweb, l’accordo siglato con Wind e Vodafone a fine maggio per la realizzazione di un’infrastruttura nazionale della banda ultralarga “sarà operativo entro la fine dell’anno”. Così ha detto a margine della prima giornata del forum Ambrosetti in corso a Cernobbio. Lo riferisce Dow Jones. I due azionisti di Metroweb – F2i e Fsi – avevano firmato una lettera di intenti con i due operatori telefonici, avviando un piano che prevede un perimetro di 500 città da cablare e un investimento complessivo di 4-5 miliardi di euro, stanziati da più soggetti.

“Stiamo lavorando. L’idea e’ quella di partire con un numero ristretto di città rispetto al perimetro del piano. Ci sono colloqui in corso per determinare gli obiettivi”, ha aggiunto il top manager. In merito ad eventuali colloqui con Telecom Italia, Trondoli ha specificato che “è un tema che riguarda gli azionisti” di Metroweb. “Non credo che ci saranno nel breve termine”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fake News, meno del 50% delle persone verifica le fonti. I social principale veicolo di disinformazione

Fake News, meno del 50% delle persone verifica le fonti. I social principale veicolo di disinformazione

Snam, Alverà: piano da 7,4 mld di investimenti apre nuova fase; obiettivo sostenibilità economica, ambientale e sociale; 500 mln in digitalizzazione Snam, Alverà: piano da 7,4 mld di investimenti apre nuova fase; obiettivo sostenibilità economica, ambientale e sociale; 500 mln in digitalizzazione

Snam, Alverà: piano da 7,4 mld di investimenti apre nuova fase; obiettivo sostenibilità economica, ambientale e sociale; 500 mln in digitalizzazione

TOP100 Audiweb Week 9-15 novembre. Cresce l’audience delle news: Corriere sempre primo, salgono sul podio Fanpage e Messaggero

TOP100 Audiweb Week 9-15 novembre. Cresce l’audience delle news: Corriere sempre primo, salgono sul podio Fanpage e Messaggero