Audience cinema (Audimovie, settembre 2015)

Audimovie pubblica i dati ad agosto 2015 sulle presenze al cinema. I primi otto mesi dell’anno (01/01/2015-02/09/2015) mantengono e confermano la crescita delle presenze nella Sale con un incremento verso l’analogo periodo del 2014 (02/01/2014-03/09/2014): +7,0%. I biglietti staccati nelle sale rilevate sono stati 59.504.963. Di questi 48.353.944 (l’81,3%%) sono di una delle Sale delle Concessionarie aderenti ad Audimovie: Rai Pubblicità, Moviemedia, International Cinemamedia UCI, PRS. Ecco come gli oltre 48 milioni di spettatori delle Concessionarie Audimovie si sono ripartiti tra le varie tipologie di struttura. I multisala con 8 o più schermi hanno attratto il 66,5% delle presenze; il 13,9% quelli con 6-7 schermi; il 15,9% i 3-5 schermi; il 3,0% i 2 schermi e l’1,6% i monosala.

I principali centri urbani hanno fatto registrare tutti incrementi nel numero di biglietti: Roma +0,3%, Milano +3,4%, Torino +3,6%, Napoli +6,9%, Firenze +8,8%. La media presenze per schermo cresce del 6,1% salendo a 22.687 spettatori. La top ten dei film più visti di agosto: gradino più alto per ‘Minions’, seconda e terza piazza per ‘Ant-Man’ e ‘Mission: impossible – Rogue nation’. A seguire ‘Pixels’, ‘Come ti rovino le vacanze’, ‘Spy’, ‘Left behind – La profezia’, ‘Ex machina’, ‘L’A.S.S.O. nella manica’, ‘The gallows – L’esecuzione’. Il podio dei primi otto mesi rimane invariato: ‘Cinquanta sfumature di grigio’, ‘American sniper’, ‘Fast & Furious 7’.

Dati completi sul sito www.audimovie.it

Scarica il file con tutti i dati: numero dei complessi cinematografici, numero degli schermi, giorni per schermo, presenza per schermo, presenze complessive, presenza per film in 3D e top film ad agosto 2015 (.xls)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020