Un anno per vendere il primo stock di Fire Phone, gli smartphone di casa Amazon. Non verranno prodotti nuovi esemplari

Amazon ha finito le scorte de Fire Phone e non ha intenzione di produrre nuovi modelli. Lo smartphone prodotto dalla società di e-commerce, e distribuito solo nel mercato americano, ha avuto vita breve e non ha sperimentato un grande successo. Entrambe le versioni, una di 32 Gb e una di 64 Gb, sono ora fuori commercio, annuncia Geekwire. “Al momento non disponibile” si legge sulla pagina di Amazon americana. Con una nota aggiuntiva: “Non sappiamo quando o se questo prodotto tornerà disponibile”. Un portavoce di Amazon ha poi confermato che al sold out, avvenuto in agosto, non seguirà una nuova produzione.

Jeff Bezos, ceo di Amazon

Il telefonino era stato presentato con un’ampia campagna di marketing durante un evento a Seattle nel luglio del 2014. Supportava il sistema operativo Android, leggermente modificato, come il Kindle, l’e-reader di casa Amazon. Il costo iniziale di 199 dollari  – con abbonamento di 2 anni con At&t, 649 dollari senza – è sceso inesorabilmente fino alla maxi offerta a 99 centesimi, con un contratto At&t. Nell’estate 2015, era in offerta a 60 dollari, incluso un anno gratis di Amazon Prime (costo: 99 dollari).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nel primo semestre 2021 aumenta l’uso di Internet. Comscore: Cresce l’audience media mensile per Health (+9%) , Government (+18%) e Sport (+14%)

Nel primo semestre 2021 aumenta l’uso di Internet. Comscore: Cresce l’audience media mensile per Health (+9%) , Government (+18%) e Sport (+14%)

Boom degli investimenti pubblicitari digital anche a giugno, +37,2%. Fcp Assointernet: Primo semestre dell’anno “brillante” a +29,3%

Boom degli investimenti pubblicitari digital anche a giugno, +37,2%. Fcp Assointernet: Primo semestre dell’anno “brillante” a +29,3%

È morto Roberto Calasso, editore di Adelphi. Franceschini: Scompare pilastro dell’editoria italiana. Levi (Aie): Ha segnato la nostra cultura

È morto Roberto Calasso, editore di Adelphi. Franceschini: Scompare pilastro dell’editoria italiana. Levi (Aie): Ha segnato la nostra cultura