Bob Sauerberg, ceo di Condé Nast

Bob Sauerberg è stato nominato nuovo ceo di Condé Nast, gruppo editoriale americano di riviste come Vogue, Vanity Fair, GQ, Wired e New Yorker. Lo riporta Dow Jones. Il 54enne, già chairman del colosso internazionale, ha deciso di mettersi alla guida, sostituendo Charles Townsend, in un momento difficile, caratterizzato da una calo delle inserzioni pubblicitarie, in particolare da parte delle aziende di cosmetica. La carica sarà operativa da gennaio 2016. Townsend diventerà il nuovo chairman.

Bob Sauerberg, amministratore delegato di Condé Nast (foto da Businessinsider)

Sauerberg è entrato nella società nel 2005 come executive Vp. In passato aveva assunto ruoli di leadership alla Fairchild Fashion Media, e ha passato diciotto anni al New York Times. “CharlesTownsend ha fatto un gran lavoro come ceo, guidando Condé Nast attraverso un periodo di sfide, di cambiamenti e di transisione”, ha detto il consiglio in un comunicato. “Siamo molto grati a Charles per aver preparato un piano di successione per molti anni”.

“Il pubblico e gli inserzionisti sono sempre venuti da noi, certi di trovare qualità nel nostri contenuti – ha dichiarato Sauerberg – ma noi vogliamo anche essere sicuri che l’accesso sia possibile da ogni tipo di piattaforma. Sarà mio compito accertarmi che il gruppo rimanga fedele al nostro senso di qualità e, allo stesso tempo, lo distribuisca in modo efficiente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 17 maggio </strong > Scarano chiude vincendo, Blasi migliora. Report (11%) doppia Porro e Vespa

17 maggio Scarano chiude vincendo, Blasi migliora. Report (11%) doppia Porro e Vespa

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. In Aprile top Ferragni, Fedez e Autogol. Compaiono Turani, Vacchi, Ultimo, Pagani, Campello e Morandi

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. In Aprile top Ferragni, Fedez e Autogol. Compaiono Turani, Vacchi, Ultimo, Pagani, Campello e Morandi

Tf1 (Bouygues) acquisisce M6 (Berteslmann). Alla guida Nicolas de Tavernost

Tf1 (Bouygues) acquisisce M6 (Berteslmann). Alla guida Nicolas de Tavernost