Milano presenta la prima Arab Fashion Week che si terrà a Dubai. Abrian, fondatore dell’arab Fashion Council: “Fondamentale costruire un ponte tra Oriente e Occidente anche nella moda”

di Francesca Del Vecchio – Nel giorno in cui si mette in moto la girandola di eventi della settimana della moda milanese, al Park Hyatt Hotel è stata presentata la prima Arab Fashion Week che si terrà a Dubai dal 31 ottobre al 2 novembre. A dare la notizia è stato il presidente onorario della Camera della Moda, Mario Boselli, che ha anche sottolineato l’importanza di dare avvio ad una filiera della moda in Nord Africa, forte delle abilità arabe all’intero processo produttivo:

Jacob Abrian

dalla tessitura alla realizzazione dei capi, dalla scelta dei materiali al design. A questo proposito era presente Jacob Abrian, fondatore dell’Arab Fashion Council che – dai tempi della facoltà di Architettura, quando sfilava come modello – ha scoperto un interesse per il mondo della moda. Abrian ha dichiarato: “l’Arab Fashion Council ha un ruolo significativo nel posizionamento del mondo arabo sulla mappa internazionale della moda con la costruzione di un ponte tra Oriente e Occidente”. Si è poi detto felice di essere riuscito a portare la settimana della moda finalmente in Medio Oriente per la prima volta.

L’importanza di questo evento è stata sottolineata anche da Sua Altezza Sheikha Bashay-er Naif Jaber al Sabah, presedente onorario del Afc Kuwait. La sceicca ha ricordato il valore del coinvolgimento di donne di spicco tra i reali e le famiglie influenti per supportare i talenti locali.

Anche Desirée Boiller, ceo di Value Retail presso l’Afc ha poi evidenziato la necessità di arricchire e potenziare il know how dei designer arabi. Ha concluso la conferenza Guido Dolci, presidente di Major Models, che ha assicurato l’inizio delle selezioni per le modelle nella città di Milano.

L’Arab Fashion Week presenterà, con lo sponsor Huawei, le collezioni primavera-estate 2016 della Ready Couture, la nuova frontiera del lusso made in Medio Oriente. L’evento, al quale parteciperanno vip e membri delle famiglie reali, punta all’attenzione dei buyers arabi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti