La metà dei click sul web vengono dai motori di ricerca, a scapito della quota di traffico diretto. Sia su pc che su mobile (INFOGRAFICA)

I motori di ricerca diventano fondamentali quando si tratta di contare i click, sia in Europa che in nord America, secondo una ricerca dell’Adobe digital index. Negli ultimi tre anni – riporta eMarketer – le visite nei siti da desktop e laptot in Europa, di utenti che passano prima su un motore di ricerca, sono cresciute in modo lento ma continuo, raggiungendo il 47,5% del traffico totale nel 2015. La quota di traffico diretto, invece, si sta riducendo: il 29,2% del totale quest’anno. La storia è la stessa se si oltrepassa l’Atlantico. Nel nord America i click provenienti dalle ricerche aumentano, fino al 44,5% nel 2015.

Anche sul mobile i ‘search engine’ vanno per la maggiore in entrambi i continenti. Dal 2013 al 2015 è aumentata la quota in nord America dal 24,4% al 42,9%, un incremento di venti punti percentuali. La crescita è stata quasi interamente alle spese di quella sul traffico diretto, diminuito dal 52,2% nel 2013 al 30,9% nel 2015. In Europa, la situazione è simile. Aumenta la presenza di ads sui motori di ricerca – dal 27,4% al 47,2% – e diminuisce quella legata al traffico diretto – dal 52,5% al 33,1%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai Com e Titanus  insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Rai Com e Titanus insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden