Giovanni Minoli torna in radio con Mix24 dal 28 settembre

Giovanni Minoli, volto storico della tv e voce nota di Radio 24 torna in radio dal 28 settmbre con Mix24.
Riprende il programma di Radio 24 con alcune novità nel format, l’unico del palinsesto in radiovisione: alle 9.00 Mix24- L’attualità e alle 10.00 Mix24 – I Gialli della Storia.

Giovanni Minoli (foto Olycom)

Giovanni Minoli (foto Olycom)

Tra le novità, la rubrica quotidiana ‘Alle frontiere della ricerca medica’, con una selezione dei più importanti articoli pubblicati sulle migliori riviste scientifiche del mondo, e il nuovo appuntamento del venerdì con ‘Vale la pena’: libri, cinema, tv, teatro e musica nel cartellone di Alessandra Fiori, Pietrangelo Buttafuoco e Franco Schipani. Non mancheranno poi ‘Le bolle’ di Mario Sechi e i ‘Salamini’ di Pietrangelo Buttafuoco sempre più graffianti. E ancora le inchieste, le provocazioni e le domande degli ascoltatori.
Dalle 10.oo, l’appuntamento con ‘I gialli della Storia’. Un thriller radiofonico, un viaggio appassionante tra eventi, personaggi e intrighi. Giovanni Minoli propone audio inediti, interviste e i testimoni dei grandi fatti del passato che si incrociano col presente. Crea così un cortocircuito tra la storia e l’attualità. Tutti i giorni uno sguardo sul passato per capire il presente e progettare il futuro. ‘I gialli della Storia’, dal lunedì al venerdì, alle 10, su Radio24.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio, Sole 24 Ore lancia due podcast per raccontare l’impatto del Coronavirus su economia e affetti

Radio, Sole 24 Ore lancia due podcast per raccontare l’impatto del Coronavirus su economia e affetti

Citynews vara sei brand channel dedicato al mondo pets con Arcaplanet

Citynews vara sei brand channel dedicato al mondo pets con Arcaplanet

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’