Samsung lancia negli Stati Uniti il suo sistema per i pagamenti mobile. A differenza di Apple Pay e di Android Pay funzionerà con i normali lettori di carte di credito

Dopo Apple Pay e Android Pay, arriva Samsung Pay, il sistema per transazioni ‘mobile’ della casa sudcoreana, al debutto oggi negli Usa. La novità spiega l’Ansa, è la capacità del sistema Samsung di funzionare con i normali lettori di carte di credito, mentre gli omologhi sistemi targati Cupertino e Google, richiede che i Pos dei negozi integrino la tecnologia senza fili Nfc. Lanciato un mese fa in Corea del Sud, Samsung Pay è stato usato per fare 1,5 milioni di transazioni dal valore complessivo di 30 milioni di dollari, cifre che Samsung ha definito “oltre le aspettative”. Dopo gli Stati Uniti è previsto l’arrivo nel Regno Unito, in Spagna e in Cina.

Il sistema è attualmente presente sugli smartphone di fascia alta dell’azienda, cioè i Galaxy S6, S6 Edge, S6 Edge Plus e Note5, ma dal prossimo anno dovrebbe equipaggiare anche dispositivi di fascia bassa e media.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer