La classifica del British film institute sui miglior film stranieri dell’ultimo decennio: ‘La grande bellezza’ di Sorrentino premiato dal pubblico

C’è tutto un mondo cinematografico da scoprire. Non solo film in lingua inglese: ci sono anche capolavori che parlano altre lingue. Il British Film Institute, la più autorevole istituzione del cinema britannico, ha deciso di stilare una classifica dei miglior film prodotti al di fuori del mondo anglofono nell’ultimo decennio. Dieci lungometraggi da dieci paesi del mondo. Ungheria, Corea, Thailandia, Iran. Arrivano da tutto il mondo, ma la grande assente è proprio l’Italia. Che però si è riscattata con la scelta del pubblico. Il BFI ha infatti chiesto agli utenti di votare, per sapere quali sono i titoli che la giuria ha dimenticato di inserire in classifica. Il vincitore è ‘La Grande bellezza’ di Paolo Sorrentino, premio Oscar come miglior rappresentate del cinema straniero nel 2014.

Paolo Sorrentino (foto Olycom)

Paolo Sorrentino (foto Olycom)

Seguono altri nove film: 2. Blue Is the Warmest Colour (Abdellatif Kechiche, 2013) 3. The Hunt (Thomas Vinterberg, 2012) 4. Amour (Michael Haneke, 2012) 5. Of Gods and Men (Xavier Beauvois, 2010) 6. Rust and Bone (Jacques Audiard, 2012) 7. A Touch of Sin (Jia Zhangke, 2013) 8. Incendies (Denis Villeneuve, 2010) 9. Post Tenebras Lux (Carlos Reygadas, 2012) 10. I Wish (Hirokazu Koreeda, 2011).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Coppa Italia, la finale del 2020-21 si giocherà a Milano.  Torna a San Siro dopo 14 anni

Coppa Italia, la finale del 2020-21 si giocherà a Milano. Torna a San Siro dopo 14 anni

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE by Audiweb. In giugno La Repubblica torna al prima posto. Cresce l’interesse per lo sport e lo svago

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE by Audiweb. In giugno La Repubblica torna al prima posto. Cresce l’interesse per lo sport e lo svago

Regione Lombardia accorpa comunicazione, digital ed eventi e affida la nuova direzione ad Alessandro Papini

Regione Lombardia accorpa comunicazione, digital ed eventi e affida la nuova direzione ad Alessandro Papini