Poste Italiane: vertice al Ministero dell’Economia per stabilire la quantità di titoli da mettere in vendita con l’Ipo

(MF-DJ) Si è tenuto ieri al Ministero dell’Economia un vertice per stabilire la quantita’ di titoli da mettere in vendita con l’Ipo di Poste Italiane. Lo scrive il sole 24 Ore, spiegando che erano presenti all’incontro i tecnici del Mef, il management della societa’, gli advisor Lazard e Rotschild e le banche del consorzio di collocamento.L’azionista dovra’ comunicare in settimana quanti titoli intende mettere sul mercato: appare confermato l’obiettivo del 40%, pari a 520 milioni di azioni, dopo gli incontri con gli investitori esteri che hanno confermato la capacita’ del mercato di assorbire l’offerta. Il Ministero dovra’ inoltre decidere la ripartizione tra istituzionali e retail e, all’interno di questa categoria, la quota da assegnare ai dipendenti. Sembra probabile una ripartizione iniziale con il 70% agli istituzionali e il 30% al retail, che potra’ comunque essere modificata a valle dell’offerta in base alla domanda che arrivera’ dalle due categorie di acquirenti. (MF-DJ, 29 settembre 2015)

Francesco Caio (foto Olycom)

Francesco Caio, ad di Poste Italiane (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

Rai, il 1° luglio si sveleranno i palinsesti d’autunno. E la novità Radio2, comedy channel su Rai Play

Rai, il 1° luglio si sveleranno i palinsesti d’autunno. E la novità Radio2, comedy channel su Rai Play

Nella Fase 2 anche il consumo tv torna alla normalità. Aumenta il tempo sui mezzi digitali (+25%) anche per Baby Boomer

Nella Fase 2 anche il consumo tv torna alla normalità. Aumenta il tempo sui mezzi digitali (+25%) anche per Baby Boomer