Alessandro Pica è il nuovo amministratore delegato di Agi. Assume il ruolo lasciato da Gianni Di Giovanni

E’ Alessandro Pica il nuovo amministratore delegato dell’Agi, Agenzia Giornalistica Italia, e successore di Gianni Di Giovanni ora responsabile dell’ufficio relazioni internazionali dell’Eni a Washington. Il Cda dell’Agi – rappresentato da Cristiana Argentino, Marco Bardazzi, Raffaella Leone, Massimo Mondazzi e dallo stesso Pica – ha anche confermato l’incarico di presidente a Mondazzi.

Alessandro Pica

Alessandro Pica

Specializzato in politica estera e informazione digitale, Pica, che ha iniziato come district manager nel gruppo General Motors e poi in General Elecrtic, ha negli anni approfondito una forte competenza professionale nel mondo dei media. Dopo aver svolto un intenso lavoro come consulente di marketing, innovazione e diffusione editoriale per la stampa italiana nazionale e regionale, è stato responsabile commerciale dell’Ansa per i settori media e mercato. Il nuovo amministratore delegato è anche stato delegato Unesco per la ricostruzione e la riorganizzazione dell’agenzia stampa palestinese WAFA nella Striscia di Gaza e si è occupato della reingegnerizzazione dei servizi stampa per l’ufficio del primo ministro dell’Albania. Convinto sostenitore della necessità di internazionalizzare l’Agi, Pica ha portato l’agenzia a conquistare il primato nel mondo dell’informazione primaria internazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 17 maggio </strong > Scarano chiude vincendo, Blasi migliora. Report (11%) doppia Porro e Vespa

17 maggio Scarano chiude vincendo, Blasi migliora. Report (11%) doppia Porro e Vespa

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. In Aprile top Ferragni, Fedez e Autogol. Compaiono Turani, Vacchi, Ultimo, Pagani, Campello e Morandi

TOP INFLUENCER ITALIA, BEST PERFORMING e TOP PAID POST. In Aprile top Ferragni, Fedez e Autogol. Compaiono Turani, Vacchi, Ultimo, Pagani, Campello e Morandi

Tf1 (Bouygues) acquisisce M6 (Berteslmann). Alla guida Nicolas de Tavernost

Tf1 (Bouygues) acquisisce M6 (Berteslmann). Alla guida Nicolas de Tavernost