Un bug nel sistema di Facebook permetterebbe agli utenti di visualizzare il numero di click su ciascun post. E’ bufera di commenti negativi per il social di Zuckerberg

Un bug di Facebook sta mostrando a tutti esattamente quanto sono popolari i propri contenuti pubblicati su Facebook. Il social – come rivelato dall’Indipendent – sembra aver accidentalmente attivato una funzione che permette alle persone di vedere il numero di visualizzazioni sul loro post.

Mark Zuckerberg

Compare accanto al tasto ‘Mi piace’. La maggior parte degli utenti si sono lamentati per il bug, descritto da alcuni come “sbagliato”. Il problema sembra essere visibili solo sul sito mobile, e non sulla versione desktop o sue applicazioni mobili. Inoltre non sembra essereattivo per tutti gli utenti. Dopo le polemiche su la visualizzazione in bacheca di vecchi status – talvolta sgradevoli – Facebook ha detto al Verge, che per primo ha segnalato il problema, che era a conoscenza del problema e stava lavorando per rimuoverlo.

Molti altri social network mostrano la quantità di persone che hanno visto i messaggi – Vine dice agli utenti quante volte un video è andatocaricato, YouTube offre il numero di visualizzazioni, e Twitter fornisce i dati dettagliati su quante volte un tweet è visto e cliccato. Ma Facebook ha sempre rifiutato di mostrare l’impatto di un post, mostrando solo like e commenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Decreto legge di riordino delle attribuzioni dei Ministeri – Il DOCUMENTO E LA RIFORMA DELLO SPORT

Decreto legge di riordino delle attribuzioni dei Ministeri – Il DOCUMENTO E LA RIFORMA DELLO SPORT

<strong> Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio </strong> Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”