Chattare con gli amici e scorrere la bacheca: le dieci azioni più frequenti su Facebook, mentre si guarda la tv (INFOGRAFICA)

Ci sono molti studi che hanno analizzato il fenomeno del second-screen. Ai teenager – sempre più connesso e multitasking – uno schermo non basta più. Se guardano la tv, i loro pollici smanettano con lo smartphone. Gli occhi al film, le mani a scorrere la bacheca Facebook o a chattare su Messanger. Il social network di Zuckerberg vuole diventare leader indiscusso del monitor in primo piano, mentre quello sullo sfondo proietta un film o una serie tv. E il GlobalWebIndex ha mostrato le azioni più ricorrenti degli utenti affetti da ‘second-screen behaviour’ su Facebook.

Quasi la metà, il 48%, chatta con gli amici – chissà se commentano ciò che sta vedendo sullo schermo più grande oppure parlano di cose che non c’entrano. La seconda azione più gettonata è scorrere la bacheca (44%). Al terzo posto si trova la lettura di news (36%). Seguono poi i giochi (33%), la lettura/scrittura di mail (31%), l’ecommerce (28%). Solo in settima posizione, un’azione legata a ciò che si sta guardando: la ricerca di informazioni sul film o la serie in televisione o sul pc (23%). Anche le ultime due, con percentuali più basse, solo relazionate con il contenuto che si sta visionando: condividere la propria opinione (12%), interagire con i device online relativi allo show (10%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cos’ha detto Barbara Palombelli sul femminicidio? Pioggia di polemiche sulle ‘donne esasperanti’

Cos’ha detto Barbara Palombelli sul femminicidio? Pioggia di polemiche sulle ‘donne esasperanti’

Cattelan ‘Da Grande’ su Rai1. Coletta: perfetto per l’Eurovision e un Late Night Show. Fasulo: come Frizzi

Cattelan ‘Da Grande’ su Rai1. Coletta: perfetto per l’Eurovision e un Late Night Show. Fasulo: come Frizzi

Andreatta: Netflix racconta l’Italia lontano dagli stereotipi; nelle nostre serie un Paese tra luci e ombre

Andreatta: Netflix racconta l’Italia lontano dagli stereotipi; nelle nostre serie un Paese tra luci e ombre