Alibaba verso l’acquisizione della piattaforma video cinese Youku Tudou. Tra gli obiettivi, sviluppare l’advertising e raggiungere gli utenti mobile

Alibaba ha lanciato un’offerta per 3,5 miliardi di dollari per comprare Youku Tudou, la piattaforma di video-sharing privata cinese che conta più di 500 milioni di visualizzazioni al mese. Se l’accordo andrà a buon fine – si legge su Techcrunch – il sito web verrà quotato sulla borsa di New York, come la società di ecommerce che lo sta comprando.

Jow Tsai, vice chairman di Alibaba

Già l’anno scorso, Alibaba aveva comprato il 18% delle azioni della società per 1,2 miliardi di dollari. La collaborazione nasce dalla necessità della compagnia di shopping online di migliorare il suo potenziale di business. “Abbiamo lavorato insieme – ha raccontato il vice chairman Jow Tsai – soprattutto sull’advertising e l’integrazione dati. Ci piacerebbe raggiungere una più profonda integrazione delle nostre risorse”. Alibaba è particolarmente interessato a mettere le mani su Youku Tudou perchè il servizio – che ospita sia contenuti da Youtube, sia video a pagamento stulla falsa riga di quelli di Netflix – ha una portata demografica che manca ai siti di ecommerce. La maggioranza delle visualizzazioni – e quindi il 50% dell’advertising – avviene su mobile. L’acquisizione potrebbe quindi aiutare Alibaba a sviluppare app e servizi, piattaforme su cui non riesce a raggiungere lo stesso successo che già ha via pc.

Ma non c’è solo l’advertising tra gli obiettivi della società. Alibaba ha spinto molto sull’intrattenimento ‘stile Netflix’ in Cina. Aggiungere Youku Rudou tra le piattaforme a sua disposizione, significa raggiungere più utenti e poter continuare ad esplorare sinergia tra lo shopping e i contenuti di entertainment.

L’home page del sito Youku Tudou

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 15 e TREND della diffusione dei quotidiani (carta e digitale) a giugno. Calo generale, tiene il Sole, bene Il Giornale, boom del Fatto

TOP 15 e TREND della diffusione dei quotidiani (carta e digitale) a giugno. Calo generale, tiene il Sole, bene Il Giornale, boom del Fatto

Rete Unica, Enel e Oper Fiber contro Tim. Starace e Bassanini escono allo scoperto sulla proposta di Gubitosi appoggiata dal governo

Rete Unica, Enel e Oper Fiber contro Tim. Starace e Bassanini escono allo scoperto sulla proposta di Gubitosi appoggiata dal governo

‘Sos per il live’, l’appello di centinaia di artisti per la ripartenza degli spettacoli dal vivo

‘Sos per il live’, l’appello di centinaia di artisti per la ripartenza degli spettacoli dal vivo