Cosa si fa sui social network? Le dieci azioni più frequenti su Facebook e Twitter (INFOGRAFICA)

Non è condividere il proprio pensiero la prima cosa che viene in mente di fare agli utenti quando entrano su Twitter o Facebook. Nel caso del social network di Zuckerberg, il 70% delle azioni portano a un click sul pollice all’insù. Regalare un ‘like’ agli stati degli amici o alle notizie che vengono pubblicate è la mossa più frequente. A questa seguono i contatti privati: chattare con un amico copre il 53% dei gesti su Facebook, secondo il decalogo prodotto dal Global Web Index.

Seguono i commenti alle foto o ai video che si trovano in bacheca (52%), la lettura di un articolo o di una storia (51%), un post in relazione a ciò che ha scritto qualcun’altro sul proprio profilo (48%). Il 44% delle mosse su Facebook prevede poi il semplice scorrimento della bacheca, per vedere che c’è di nuovo. Le azioni ‘attive’ arrivano nelle ultime posizioni della classifica: postare una foto (43%), scrivere uno status (38%). L’ecommerce – visualizzare le pagine di società o brand – ha ancora da lavorare: lo si trova solo al decimo posto (36%).

Se Facebook viene adoperato prima di tutto per spargere ‘like’ e chattare, le dieci azioni più frequenti su Twitter descrivono un metodo di utilizzo molto diverso. Al primo posto, la lettura di news (41%), a cui si accoda lo scorrimento dei vari tweet postati dagli utenti che si seguono (35%). Per mettere ordine alle idee, al terzo posto tra le azioni più diffuse c’è lo sguardo ai trending topics (35%). Iniziano poi i gesti d’interazione: un tweet a un amico (34%) o un retweet (33%) o un click sulla stellina dei favoriti (31%). Il 28% delle azioni prevede la visita sulla pagina di un personaggio popolare, a parimerito con l’uso di un hashtag e con la visualizzazione di un link all’interno di un click. Solo all’ultimo posto un’azione più personale: condividere qualcosa sulla propria vita (26%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giornalisti, Verna (Odg): lavoriamo normativa deontologica sulla narrazione dei femminicidi

Giornalisti, Verna (Odg): lavoriamo normativa deontologica sulla narrazione dei femminicidi

Copyright, Ue segue con attenzione scontro Francia-Google. Vestager: rischio ‘biopotere dei giganti di Internet

Copyright, Ue segue con attenzione scontro Francia-Google. Vestager: rischio ‘biopotere dei giganti di Internet

Mediaset, ottimismo dei legali per intesa con Vivendi. Per conciliazione c’è tempo fino al 29 novembre

Mediaset, ottimismo dei legali per intesa con Vivendi. Per conciliazione c’è tempo fino al 29 novembre