Su Facebook in arrivo un alert in caso di account hackerato. La piattaforma comunicherà la procedura da seguire

(ANSA, 20-10-15) Facebook avviserà gli utenti nel caso in cui il profilo sia violato da hacker che lavorano per conto dei governi. La notizia, che sembra essere una inversione di tendenza alla luce del Datagate e della recente sentenza della corte di giustizia Ue che ha ribaltato il concetto di ‘safe harbour’ dei nostri dati negli Usa, è stata annunciata dallo stesso social network in un post ufficiale.

Mark Zuckerberg (foto Olycom)

“Lo facciamo perché questo tipo di attacchi sono più avanzati e pericolosi degli altri, vogliamo incoraggiare gli utenti interessati a mettere in sicurezza tutti i loro profili online”, scrive Alex Stamos, capo della sicurezza del social network. In pratica la piattaforma invierà un messaggio agli utenti interessati e una procedura da seguire che permette di resettare computer e smartphone a quel punto probabilmente infettati. Nella comunicazione, Facebook non spiega come riesce a identificare i presunti attacchi che arrivano da persone che agiscono per conto dei governi rispetto agli attacchi hacker tradizionali, spiegando solo che la società ha la necessità di “proteggere l’integrità dei propri metodi e processi e che manderà questo tipo di avviso agli utenti solo in situazioni in cui ci sono delle forti prove che portano a queste conclusioni”. (ANSA, 20-10-15)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, il sottosegretario Moles: nessuno deve essere lasciato indietro; spero di poter fare tutto ciò che è necessario fare

Editoria, il sottosegretario Moles: nessuno deve essere lasciato indietro; spero di poter fare tutto ciò che è necessario fare

L’editoria ha perso 600 milioni di euro. Fieg: in Recovery Plan serve progetto specifico per innovazione digitale

L’editoria ha perso 600 milioni di euro. Fieg: in Recovery Plan serve progetto specifico per innovazione digitale

Audioutdoor lancia il progetto ‘Pubblicità per la città’. Ogni euro investito sui mezzi in mobilità, metà va a beneficio diretto dei cittadini

Audioutdoor lancia il progetto ‘Pubblicità per la città’. Ogni euro investito sui mezzi in mobilità, metà va a beneficio diretto dei cittadini