La trasformazione digitale del Washington Post sotto la guida di Jeff Bezos

I 25 milioni di utenti unici del 2013 sono diventati 59 milioni quest’anno. Il 70% arriva da mobile. Il 35% sono millennials. La trasformazione digitale del Washington Post è una di quelle più riuscite. Soprattutto da quando Jeff Bezos, fondatore e ceo di Amazon, ha comprato il giornale nel 2013. Da allora, oltre all’aumento dei lettori sul web, è cresciuto anche il numero dei dipendenti: più di cento nuovi assunti, di cui 25 ingegneri per lavorare su storie interattive. E poi – ricorda il video realizzato da Digiday – non si può dimenticare la recente decisione di pubblicare il 100% degli articoli prodotti, ovvero più di 1.200 al giorno, anche su Facebook, grazie agli Instant Articles.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Video correlati

On air lo spot sull’impegno dedicato all’inclusione digitale della Direzione Rai per il Sociale On air lo spot sull’impegno dedicato all’inclusione digitale della Direzione Rai per il Sociale

On air lo spot sull’impegno dedicato all’inclusione digitale della Direzione Rai per il Sociale

Parata di star dello spettacolo per l’insediamento di Biden. Tom Hanks gran cerimoniere, da Bruce Springsteen a Katy Perry Parata di star dello spettacolo per l’insediamento di Biden. Tom Hanks gran cerimoniere, da Bruce Springsteen a Katy Perry

Parata di star dello spettacolo per l’insediamento di Biden. Tom Hanks gran cerimoniere, da Bruce Springsteen a Katy Perry

Procida Capitale della cultura italiana 2022: la proclamazione Procida Capitale della cultura italiana 2022: la proclamazione

Procida Capitale della cultura italiana 2022: la proclamazione