Rocca, presidente di Assolombarda: “La sfida dell’Italia sta nell’innovazione. Nell’area Expo bisogna costruire un hub scientifico tecnologico”. Successo su twitter per l’hashtag ufficiale

Di Francesca Del Vecchio – Un nutrito gruppo di giornalisti e il gotha di finanza e imprenditoria lombarda hanno partecipato all’Assemblea generale di Assolombarda, Confindustria Milano, Monza e Brianza che si è tenuta all’Auditorium di Expo il 26 ottobre 2015.

Gianfelice Rocca

Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dei ministri Giannini, Martina e Poletti, la stampa nazionale ha assistito alla presentazione della relazione del presidente di Assolombarda, Gianfelice Rocca e agli interventi di Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria e Pier Carlo Padoan, ministro dell’economia e delle finanze.

Giorgio Squinzi ai microfoni, Sergio Mattarella in prima fila all’Assemblea

Anche Roberto Maroni, presidente della regione Lombardia e Giuliano Pisapia, sindaco della città, hanno salutato l’assemblea non senza riferimenti alla partecipazione del Capo dello Stato e all’editoriale che Mattarella aveva pubblicato sul Sole 24 Ore domenica 25 ottobre. “Questa nuova stagione della vita nazionale, e questa nuova speranza di sviluppo sostenibile attribuiscono a Milano e alla Lombardia una rinnovata funzione di traino. La strada del progresso porta con se’ l’Italia intera”. Queste le parole del Capo dello Stato sul quotidiano legato a Confindustria.

Gianfelice Rocca e Valeria Chiesa

Rocca – insieme a Valeria Chiesa, direttore del settore relazioni esterne di Assolombarda – ha anticipato in una conferenza stampa, i contenuti della sua relazione, ispirata anche alle parole di Mattarella. “Gli industriali milanesi e lombardi sanno che il futuro della crescita e del lavoro viaggia sulle gambe degli imprenditori, sanno che Milano e la Lombardia sono uno dei motori principali per il successo di tutta Italia” ha detto Rocca alla stampa, sottolineando la responsabilità di cui l’imprenditoria lombarda è investita. Rocca ha anche insistito sul tema dell’innovazione tecnologica e scientifica, definita la vera sfida italiana. “I risultati nelle pubblicazioni scientifiche ad alto impatto – quantificabili in un 30% di brevetti italiani e 27% di starup knowledge non sono abbastanza per competere con realtà tipo quella di Baviera e Baden-Wurttemberg”.

Assolombarda si è dimostrata sensibile ai temi dell’innovazione tecnologica e del digitale. Solo qualche settimana fa – nell’ambito del piano ’50 progetti per far volare Milano’ – aveva presentato la seconda edizione di ‘Abc Digital’. Il progetto di alfabetizzazione web – di cui avevamo parlato anche su Prima – è volto a ridurre il digital divide. Seduta tra le prime file, ad assistere all’assemblea anche la novantenne Anna Taschera, una delle benficiarie del programma.

E se il tema della tecnologia ha coinvolto Milano, città Steam (science, technology, engineering, art, manufacturing), non poteva non includere un piano innovativo anche per il ‘Nexpo’, il post Esposizione Universale: “Dobbiamo fare il possibile perchè il successo di Expo si traduca in un successo permanente. E’ essenziale – ha detto Rocca – che l’area fisica dell’esposizione diventi un grande hub scientifico-tecnologico, una piazza universale di saperi e creatività”.

Una eco importante per l’assemblea – la prima dopo l’annuncio della fusione tra Assolombarda e Confindustria Milano, Monza e Brianza – anche dal punto di vista social. Gli hashtag ufficiali #LaGrandeAlleanza e #FarVolareMilano sono rimasti nei trending topics per qualche ora anche dopo la conclusione dei lavori. I tweet di Padoan hanno sottolineato la sinergia tra il governo e l’imprenditoria.

Tweet sul profilo ufficiale del ministro Padoan

Mentre Squinzi ha detto: “La scelta vitale da effettuare ha come obiettivo quello di rilanciare la domanda interna attraverso uno stimolo intelligente e fortemente innovativo al settore delle costruzioni, del turismo e della distribuzione; il paese non può reggere a lungo con il solo approccio export lead”.

Giorgio Squinzi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Carlo Verdelli torna al Corriere della Sera come editorialista

Carlo Verdelli torna al Corriere della Sera come editorialista

Lodo Via Solferino, la Camera arbitrale ha deciso: valida la vendita, ma è possibile un risarcimento per Rcs

Lodo Via Solferino, la Camera arbitrale ha deciso: valida la vendita, ma è possibile un risarcimento per Rcs

Cinema e tv: accordo imprese-sindacati sul protocollo per la ripresa delle produzioni

Cinema e tv: accordo imprese-sindacati sul protocollo per la ripresa delle produzioni