Matthias Müller svela i cinque passi che deve fare il gruppo Volkswagen per superare la crisi ‘Dieselgate’. Sono necessari, dice, cambiamenti nel modo di comunicare e nella gestione degli errori

Matthias Müller, presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen, ha annunciato i cinque passi fondamentali per il riallineamento del gruppo. “Dobbiamo guardare oltre la situazione attuale e creare le condizioni per ulteriori sviluppi di successo per Volkswagen”, dice Müller nella nota diffusa alla stampa (PDF) nella quale ha presentato un piano in cinque punti per far sì che il Gruppo Volkswagen possa rimanere uno dei principali costruttori automobilistici in futuro. Müller è fiducioso che “il Gruppo Volkswagen emergerà dalla situazione attuale più forte di prima”. Ha annunciato che i pilastri della Strategia 2025 del Gruppo saranno presentati l’anno prossimo.

Tra le priorità indicate da Müller c’è il riallineamento della cultura aziendale e dell’atteggiamento manageriale. La ricerca della perfezione, recita la nota, la dedizione dei collaboratori e la responsabilità sociale nel Gruppo Volkswagen vanno mantenuti. Ma sono necessari dei cambiamenti nel modo di comunicare e nella gestione degli errori. “Abbiamo bisogno di una cultura fatta di apertura e collaborazione”. Müller ha anche invitato tutti, all’interno di Volkswagen, a mostrare più coraggio, una maggiore creatività e uno spirito più imprenditoriale.

 Leggi o scarica la nota del gruppo Volkswagen (PDF)

Matthias Müller

Matthias Müller

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti