Cala del 13% il numero degli eReader. Gli utenti preferiscono leggere su tablet e smartphone (INFOGRAFICA)

Il futuro dei dispositivi di lettura eReader, secondo quanto riporta un sondaggio effettuato dal Pew Research Center, non è così roseo come sembra. Nel 2009 dal 2% le percentuali sono aumentate sino al 2013 e, ultimamente, si è registrata una diminuzione del 13% di eReader procapite (più precisamente, dal 32% al 19%).
Questo calo, si legge in un articolo di Linkiesta, sarebbe stato dettato da un incremento costante di possessori di smartphone e tablet per la lettura digitale.

Risultati della ricerca effettuata dal Pew Research Center (Foto: Linkiesta)

Evidentemente, la comodità di possedere meno gingilli possibili e poter fare qualsiasi cosa (dal leggere allo studiare una ricetta al prenotare un volo al farsi gli affari altrui) da un unico terminale è troppo allettante.

L’obiezione spontanea potrebbe sorgere, però, dagli animi di coloro i quali, appunto, amano leggere senza essere distratti da altro, sprofondare nei meandri di una storia senza essere tediati dal temibile demone della reperibilità.

E’ quasi darwiniano: vince la comodità, sempre. Avere un unico device che permette di controllare l’andamento della borsa, leggere le mail, telefonare, chattare, leggere libri, ascoltare musica è la formula vincente.
Pazienza se la vista si rovinerà un poco a causa di uno schermo troppo piccolo e retroilluminato. Pazienza se la lettura verrà disturbata da 3 notifiche al minuto. Probabilmente, di questo passo, l’eBook verrà soppiantato dal libro cartaceo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, da Mibact  40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Editoria, da Mibact 40 milioni per la filiera del libro. Firmati i decreti attuativi del Dl Rilancio

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Radio, con la Fase 2 torna a farsi sentire l’ascolto in auto (+20%). Ter: nuove abitudini con la “nuova normalità”

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio

Arriva il Fondo Salva Calcio della Figc: 21,7 milioni di euro. Gravina: volano per la ripresa del sistema calcio