L’agenzia stampa ‘Il Velino’ annuncia altri 4 giorni di sciopero fino al 20 novembre e chiede le dimissioni dell’editore

(AGI) Giunti all’ottavo giorno di sciopero, i giornalisti dell’agenzia Il Velino/Agvnews proclamano una nuova astensione dal lavoro da oggi a venerdi’ 20 novembre. “La redazione sfiducia l’editore/direttore Luca Simoni e ne chiede le immediate dimissioni – si legge in un comunicato dell’Assemblea dei giornalisti -. Non pago di aver rifiutato il contratto di solidarieta’ a percentuali che potessero consentire un rilancio dell’agenzia e tagli meno pesanti agli stipendi dei giornalisti, Simoni ha posto in maniera unilaterale i 26 colleghi in organico in cassa integrazione. Quindi ha pianificato (dimenticandosi addirittura di un collega e relegandone altri sette al 60%) la Cigs in modo vessatorio; per giorni ha comunicato turni di lavoro e presenze con mail e telegrammi ad orari improbabili; e infine ha provato a scavalcare lo sciopero della scorsa settimana, mandando in rete decine di lanci appoggiandosi a figure esterne e/o abusive. Quando l’assemblea gli ha chiesto se fosse stato lui a pubblicare durante l’astensione dal lavoro di tutti i giornalisti contrattualizzati dal 9 al 13 novembre Simoni si e’ rifiutato di rispondere sulla base, ha riferito, di un consiglio dei suoi legali. Gli organi sindacali competenti – conclude il comunicato – contesteranno a Simoni in sede giudiziaria comportamenti lesivi del diritto di sciopero, di decisioni assembleari e delle prerogative delle rappresentanze sindacali”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%