Un americano su 2 usa internet per guardare i programmi che si è perso in tv. Ma c’è anche chi sceglie il web per risparmiare sui canali a pagamento (INFOGRAFICA)

Un americano su 2 utilizza il proprio pc o tablet per guardare i programmi che non è riuscito a vedere in televisione. Secondo un report di Nielsen, nel terzo trimenstre del 2015, il 49% dei possessori di un device dotato di connessione a internet, lo ha utilizzato per guardare i programmi televisivi che si è perso. Mentre, come videnzia la prima delle due infografiche qui sotto, il 39% degli americani ha utilizzato il proprio device per accedere a un contenuto a pagamento, il 36% per guardare un breve video e il 31% per guardare un programma tv non disponibile sul proprio televisore e relativo piano di abbonamento.

Secondo Nielsen, 1 americano su 4 (il 24%) utilizza il proprio device lontano da casa, il 16% per risparmiare sul costo dei canali premium, il 9% perchè non è dotato di alcun tipo di abbonamento televisivo e solo l’1% perché non ha una televisione in casa.

Come registrato da Nielsen, inoltre, il numero di possessori di smartphone negli Stati Uniti è cresciuto dell’8% dal medesimo periodo dell’anno scorso.

A ottobre 2015, evidenzia il secondo dei due grafici, i possessori di smartphone l’hanno usato per navigare su motori di ricerca, portali e social network (16 ore e 2 minuti in media), su app di intrattenimento e giochi (13 ore e 27 minuti), su app di messaggistica istantanea e comunicazione (4 ore e 39 minuti).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nicola Lillo da Cdp a Plazzo Chigi nel team di Giugliano per la comunicazione e i rapporti con la stampa estera

Nicola Lillo da Cdp a Plazzo Chigi nel team di Giugliano per la comunicazione e i rapporti con la stampa estera

Comincia male l’anno per la pubblicità sulla stampa, gennaio -18,8%. Fcp: quotidiani -14,9%, settimanali -19%, mensili -42,8%

Comincia male l’anno per la pubblicità sulla stampa, gennaio -18,8%. Fcp: quotidiani -14,9%, settimanali -19%, mensili -42,8%

La rivoluzione per le donne che Papa Francesco sta portando avanti all’interno della Chiesa

La rivoluzione per le donne che Papa Francesco sta portando avanti all’interno della Chiesa