La raccolta pubblicitaria di La7 e La7d cresce del 7% a dicembre 2015. La previsione è che a fine mese la crescita sia superiore al 10% rispetto allo stesso periodo 2014

Nel mese di dicembre 2015 la raccolta pubblicitaria dei canali La7 e La7d cresce rispetto allo stesso mese del 2014. Come spiega una nota di Cairo Communication, sulla base del portafoglio ordini acquisito alla data del 15 dicembre 2015, per la pubblicità trasmessa e da trasmettere nel mese di dicembre 2015 sui canali La7 e La7d, pari a circa euro 14 milioni, i ricavi pubblicitari maturati nel dicembre 2014 (circa euro 13,1 milioni) sono già stati superati di circa il 7%. Con la previsione, prosegue il comunicato, di conseguire nel mese una crescita superiore al 10%.

Urbano Cairo, proprietario de La7 (foto-Olycom)

Urbano Cairo, proprietario de La7 (foto-Olycom)

Sulla base di tali previsioni per il mese di dicembre, è possibile attendersi che nel quarto trimestre 2015 i ricavi pubblicitari lordi dei due canali sostanzialmente confermino (circa -2%) quelli conseguiti nel trimestre analogo del 2014 (circa euro 45,5 milioni), in netto miglioramento rispetto all’andamento dei primi nove mesi dell’esercizio (oltre -10%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Al via l’assemblea della Lega Serie A dedicata alla bollente questione dei diritti tv. Presenti tutti i club

Al via l’assemblea della Lega Serie A dedicata alla bollente questione dei diritti tv. Presenti tutti i club

Una piattaforma digitale unica per le news dei servizi pubblici, Foa: Rai in prima fila al progetto, una rete europea di 40mila giornalisti

Una piattaforma digitale unica per le news dei servizi pubblici, Foa: Rai in prima fila al progetto, una rete europea di 40mila giornalisti

Twitter vuole monetizzare con contenuti a pagamento. Il servizio Super Follows consentirà a creatori e editori di essere supportati dal pubblico

Twitter vuole monetizzare con contenuti a pagamento. Il servizio Super Follows consentirà a creatori e editori di essere supportati dal pubblico