Si scioglie l’Associazione Tp. Giorgio Di Martino nominato liquidatore. Assente dai lavori il presidente in carica Biagio Vanacore

L’Assemblea straordinaria riunita oggi a Milano ha votato all’unanimità lo scioglimento della storica Associazione che da settanta anni raggruppa gli operatori del mondo pubblicitario. Lo riporta il sito Spotandweb secondo cui la situazione economica di TP non era delle più floride già da qualche anno. L’Assemblea ha inoltre nominato Giorgio Di Martino liquidatore. Ed è emerso anche l’intenzione di creare un percorso per la costituzione di associazioni locali che negozino con il liquidatore l’eventuale utilizzo del marchio storico che è stata la casa dei pubblicitari professionisti italiani. Negli occhi degli storici Soci si leggeva un certo dispiacere e contemporaneamente la forte volontà di riprendere ad essere presenti in una nuova e possibile “nuova TP”. Per dovere di cronaca c’è da segnalare l’assenza ai lavori del Presidente in carica Biagio Vanacore.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023