Accesso a Internet, l’Italia è ancora in ritardo rispetto agli altri paesi

(AGI)  – L’Italia sconta un ritardo “ancora elevato” e sempre meno “comprensibile” nell’accesso a Internet rispetto agli altri paesi e il problema non è solo infrastrutturale, ma di “educazione digitale”. Lo ha sottolineato il presidente dell’Istat Giorgio Alleva, in occasione di un convegno sul digital divide.
“Continuiamo a registrare sia per gli individui che per le imprese un miglioramento (nell’accesso a Internet, ndr) – ha spiegato Alleva – ma scontiamo un ritardo ancora elevato e persistente nei confronti di altri paesi”.

Giorgio Alleva, presidente Istat (foto Arezzoweb.it)

Giorgio Alleva, presidente Istat (foto Arezzoweb.it)

Il presidente dell’Istat ha evidenziato che siamo ancora lontani dalla media Ue e “l’aspetto della connessione infrastrutturale non è un elemento decisivo. Scontiamo un ritardo che è sempre meno comprensibile. Il tema di fondo – ha concluso – è l’educazione, quindi la competenza digitale”. (AGI, 21 dicembre 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Le famiglie italiane e la loro ‘nuova normalità digitale’ nel rapporto Auditel/Censis sul lockdown

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Rai, per il sottosegretario Martella serve cambiare governance e sistema

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi

Mia, boom di presenze: 8mila visite on site e online, tantissimi gli stranieri da 50 Paesi