I dubbi di Mentana sulla riforma Rai: il canone in bolletta ammazza la concorrenza. E cosa succederebbe se tornasse Berlusconi?

Enrico Mentana esprime le sue perplessità sulla riforma Rai. Con il canone nelle bollette si garantiscono introiti molto alti al servizio pubblico, dice il direttore del Tg di La7, generando una situazione particolare, con “un’azienda che sta sul mercato, ma che ha molti più soldi di tutti i suoi concorrenti”. Una differenza che si sentirà molto più che in passato visto che gli incassi del canone andranno raffrontati con introiti pubblicitari più bassi. “E’ giusto? Poi non ce la si prenda se altri hanno un’offerta più povera”.

Mentana successivamente non risparmia critiche anche alla nuova struttura Rai. “Se tornasse il centro destra di Berlusconi – dice ragionando ipoteticamente -con questa riforma avrebbe il pieno controllo della Rai e il pieno controllo di Mediaset? Non fosse altro per questo, senza pensare in chiave renziana, forse qualche dubbio dovrebbe venire”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Video correlati

COMUNICARE per RIPARTIRE COMUNICARE per RIPARTIRE

COMUNICARE per RIPARTIRE

“Va’ pensiero per le strade del mondo”. Il commovente video della Società dei Concerti di Parma “Va’ pensiero per le strade del mondo”. Il commovente video della Società dei Concerti di Parma

“Va’ pensiero per le strade del mondo”. Il commovente video della Società dei Concerti di Parma

Martella: editoria è mercato che si sta riorganizzando; decreto in settimana con interventi su pubblicità, informazione online, edicole e carta Martella: editoria è mercato che si sta riorganizzando; decreto in settimana con interventi su pubblicità, informazione online, edicole e carta

Martella: editoria è mercato che si sta riorganizzando; decreto in settimana con interventi su pubblicità, informazione online, edicole e carta