Audience cinema (gennaio, 2015)

Audimovie ha pubblicato, il 20 gennaio,  i dati di chiusura anno 2015 (01/01/2015-30/12/2015) che registrano un forte incremento rispetto al 2014 (02/01/2014-31/12/2014): +9,3%. I biglietti staccati nei Cinema italiani salgono così a 98.929.278, di cui 80.213.145 nelle sale delle Concessionarie certificate nel 2015 (Rai Pubblicità, Moviemedia, PRS, International Cinemamedia UCI): l’81,1% del totale.

Tra le strutture in concessione i multisala con 8 o più schermi hanno attratto il 65,2% degli spettatori; i 6-7 schermi il 14,1%; il 16,0% i 3-5 schermi; il 3,1% i 2 schermi e l’1,6% i monosala. Così l’andamento nei principali centri urbani, tutti con presenze in sensibile crescita: Roma +5,2%, Milano +5,7%, Torino +5,6%, Napoli +1,6%, Firenze +14,2%. La media presenze per schermo sale a 37.573 spettatori (+8,0%).

La top ten dei film più visti a dicembre: primo posto per ‘Star Wars: il risveglio della forza’, seconda e terza piazza per ‘Vacanze ai Caraibi’ e ‘Natale col boss’. A seguire ‘Il professor Cenerentolo’, ‘Il ponte delle spie’, ‘Heart of the sea: le origini di Moby Dick’, ‘Chiamatemi Francesco – Il papa della gente’, ‘Il viaggio di Arlo’, ‘Alvin superstar – Nessuno ci può fermare’, ‘Irrational man’.

Questo invece il podio definitivo dei più visti del 2015: ‘Inside out’, ‘Minions’, ‘Cinquanta sfumature di grigio’.

Dati completi sul sito www.audimovie.it.

Nel 2016 sono tre le Concessionarie Cinema le cui presenze nelle rispettive sale cinematografiche saranno certificate da Audimovie: Rai Pubblicità, Moviemedia, PRS.

Scarica il file con tutti i dati: numero dei complessi cinematografici, numero degli schermi, giorni per schermo, presenza per schermo, presenze complessive, presenza per film in 3D e top film a dicembre 2015 (.xls)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto