Pubblicità online (Fcp-Assointernet, gennaio-dicembre 2015)

I dati di fatturato rilevati dall’Osservatorio Fcp-Assointernet (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) per il periodo gennaio-dicembre 2015, raffrontati allo stesso periodo del 2014. La tabella in allegato (.xls): fatturato per mese per device/strumento, evidenzia per il mese di dicembre i seguenti dati:

· Web -3,7%
· Mobile +87,6%
· Tablet +36,2%
· Smart TV/Console +118,6%

TOT. +0,5%

Il commento ai dati di dicembre 2015 di Giorgio Galantis, presidente Fcp-Assointernet:

“Per le Concessionarie associate Fcp-Assointernet dicembre si conferma il mese più rilevante per fatturato, con un’incidenza dell’11,5% sul totale. Il leggero incremento rispetto al 2014 rappresenta dunque un risultato positivo che porta la chiusura 2015 a -0,7%. Per il web monitorato dall’Osservatorio l’anno appena concluso è stato caratterizzato da un andamento non lineare con un progressivo recupero nel secondo semestre, che registra una crescita dell’1,4% rispetto al 2014. Molto positivo il risultato della componente “Mobile” cresciuta del 26% nell’anno, con un incremento della propria quota sul fatturato totale che raggiunge il 5,9% rispetto al 4,7% del 2014”.

Leggi o scarica la tabella con i dati Fcp-Assointernet di dicembre 2015 (.xls)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pubblicità in crescita a luglio (+8%) ma da inizio anno il saldo è -19% (-23,5% senza search e social). Nielsen: meglio tv e quotidiani

Pubblicità in crescita a luglio (+8%) ma da inizio anno il saldo è -19% (-23,5% senza search e social). Nielsen: meglio tv e quotidiani

TOP 15 VIDEO CREATOR DI LUGLIO. Cucina, scherzi e videogiochi i temi più gettonati sui social

TOP 15 VIDEO CREATOR DI LUGLIO. Cucina, scherzi e videogiochi i temi più gettonati sui social

Investimenti adv sempre in negativo a giugno (-15,4%), ma in ripresa sui tre mesi precedenti. Nielsen: miglioramenti per il secondo semestre

Investimenti adv sempre in negativo a giugno (-15,4%), ma in ripresa sui tre mesi precedenti. Nielsen: miglioramenti per il secondo semestre