Editori di tutto il mondo chiedono alla Cina di rilasciare i cinque impiegati della casa editrice Mighty House scomparsi

Editori di tutto il mondo hanno chiesto con urgenza alle autorità di Hong Kong di chiedere alla Cina di rilasciare i cinque impiegati della casa editrice Mighty House sottoposti a processo per reati criminali.

Una lettera aperta, spiega Askanews, è stata invita dalle associazioni internazionali degli editori e dei librai al leader di Hong Kong, Leung Chun-ying, denunciando quello che viene definito “un messaggio terrifacante” per quanto riguarda le libertà civili e la libertà di espressione.

“Questo caso”, dice il testo disponibile sul sito del Pen American Center, “è un messaggio terrificante per gli scrittori, gli editori e i librai di Hong Kong che affrontano questioni politiche delicate e mette a repentaglio le libertà individuali e la sicurezza dei cittadini”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer

Venti milioni di italiani ascoltano gli influencer per gli acquisti, forte anche il ruolo dei brand editoriali. Ecco perchè si segue un influencer